mercoledì 12 dicembre 2018

Altro impegno difficile per le biancocelesti




La prossima avversaria Fortitudo Mozzecane ha 14 punti. Uno in meno rispetto alla Roma, sconfitta dal Mozzecane per 2-1 e tre in meno del Ravenna, che ha battuto la Lazio ed è seconda dietro la capolista Inter.

Mister Bragantini della Fortitudo ha dichiarato:

«Saremo bravi se alla fine del girone d’andata saremo tra le prime tre della classifica. Questo è il nostro obbiettivo. Dobbiamo raccogliere tutto ciò che creiamo rimanendo sempre con i piedi per terra. Umili ma con voglia di fare sempre il massimo. La mentalità vincente è fondamentale, perché aiuta a vincere anche quando non si riesce ad esprimere un bel gioco; il bel gioco non sempre dà la vittoria, la grinta e la voglia sono indispensabili. Qual è la mentalità giusta che tutti dobbiamo avere? Provare a prendere l’Inter. Questo è l’atteggiamento che bisogna avere. Ora testa alla Lazio, una squadra che sta raccogliendo meno di ciò che in realtà vale».

venerdì 23 novembre 2018

lunedì 19 novembre 2018

Derby sfortunato



Sconfitta di misura nel derby per le biancocelesti

sslazio.it 18 Novembre 2018 LAZIO WOMEN
Secondo derby stagionale per le ragazze di Manuela Tesse che, dopo aver affrontato la Roma Calcio Femminile in Coppa Italia, quest’oggi hanno nuovamente sfidato la compagine giallorossa nella quinta giornata del campionato di Serie B. Ottimo approccio alla sfida per le biancocelesti che, però, non producono grandi occasioni da gol nella prima frazione di gioco. La partita viene combattuta in particolar modo a centrocampo; le due compagini lottano su ogni pallone, ma concludono il primo tempo senza rendersi pericolose nella metà campo avversaria. Nella ripresa è la Lazio a mettere alle corde la squadra avversaria. Le occasioni fioccano in area giallorossa, soprattutto dopo l’ingresso in campo di Coletta e Palombi. Le due attaccanti biancocelesti sfiorano entrambe il vantaggio con una palla gol a testa, ma in entrambe le circostanze la sfera termina sul fondo di un nulla. Così, a tre minuti dal termine, è la Roma Calcio Femminile ad approfittarne trovando la rete della definitiva vittoria con Visentin.

Di seguito il tabellino e le dichiarazioni dei protagonisti.



Serie B | 5ª giornata

LAZIO WOMEN-ROMA CALCIO FEMMINILE 0-1

Marcatrice: 87’ Visentin (R)



LAZIO WOMEN: Parnoffi; Gambarotta, Di Fazio, Santoro, Savini, Picchi, Pezzotti, Di Giammarino (60’ Palombi), Castiello (72’ Carosi), Proietti (60’ Coletta), Lorè (72’ Cianci).

A disp.: Felicella, Pedullà, Weithofer.

All. Manuela Tesse



ROMA CALCIO FEMMINILE: Guidi; Sclavo, Romanzi, Checchi, Silvi, Polverino, Visentin, Dri, Conte (85’ Felgendreher), Landa, Filippi.

A disp.: Di Cicco, Cortelli, Boldrini, Fusco, Pisani, Ietto.

All. Luigi Colantuoni





Al termine dell’incontro, l’attaccante biancoceleste Claudia Palombi è intervenuta ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 di Sky.

"Ci dispiace per il risultato, eravamo scese in campo con grande decisione e sapevamo come battere la Roma. In fase realizzativa ci è mancato il gol perché, altrimenti, avremmo svolto la gara perfetta. Siamo rammaricate, ma ci riprenderemo perché il campionato è ancora molto lungo. Sulla sinistra si abbassavo molto le giallorosse e, per questo motivo, è subentrata la Cianci, una ragazza veloce e tecnica che ha provato a metterle in difficoltà. La Roma si è difesa bene, ma noi ci rifaremo perché crediamo nel gruppo, nel mister e nello staff.

In fase realizzativa ci è mancato il gol: abbiamo creato molto, ma non siamo riuscite a concretizzare. Siamo un gruppo compatto e giochiamo l'una per l'altra. Ci dispiace, ma è andata così. La prima classificata è a dieci punti di distanza, sono tanti, ma abbiamo carattere e raggiungeremo il nostro obiettivo. Nel prossimo turno affronteremo il San Zaccaria, abbiamo fiducia nella nostra allenatrice e siamo sicure che faremo meglio. Manuela Tesse è una grande donna, ha carattere e personalità, ci trasmette la sua esperienza ed è bravissima. Ci sta seguendo molto la nostra allenatrice e proviamo sempre a riversare in campo quel che ci fa provare durante gli allenamenti: siamo felici di averla con noi ed io, personalmente, sono fiera di essere allenata da lei.

È una grande opportunità per noi giocare per una Società professionistica: questo è uno sport che ci coinvolge da quando siamo piccole, vogliamo intraprendere la strada del calcio maschile, è complicata, ma stiamo crescendo e ringraziamo il Presidente Claudio Lotito per l’occasione che ci sta concedendo. Proviamo sempre a ripagare la sua fiducia sul campo, a volte ci riusciamo ed a volte no. Per me è un’emozione grandissima indossare questa maglia, è stato un enorme traguardo personale: ho i brividi addosso ogni volta che porto l’aquila sul petto. Oggi, inoltre, avevo sulle spalle il numero 17, lo stesso di Ciro Immobile, un calciatore che stimo moltissimo della Prima Squadra della Capitale. Ogni volta che la indosserò, rispetterò la maglia della Lazio”.



In seguito, anche il dirigente accompagnatore della Lazio Women, Daniele Morganti, ha analizzato la gara ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 di Sky.

"Il risultato ci ha penalizzati perché il gioco profuso dalla compagine biancoceleste è stato ottimo. La squadra era pronta ed il mister aveva preparato l’impegno al meglio sotto ogni punto di vista. Il campo, però, è sempre giudice, ma la Roma non ha meritato di segnare all’ultimo: ora bisogna ripartire dallo spirito di gruppo e dalla prestazione che le ragazze hanno offerto quest’oggi. Ci sono ampi margini di miglioramento, crediamo in questo gruppo. Il Presidente della S.S. Lazio Claudio Lotito ha parlato con la squadra e le ha incitate. In futuro dovremo agire più come squadra e siamo molto fiduciosi in tal senso. Martedì torneremo ad allenarci con grande determinazione perché al rientro ci attende una gara molto importante. Sfideremo una squadra alla nostra altezza, ma a prescindere dal valore dei nostri avversari, ogni compagine del campionato dovrà avere timore di noi. Siamo sempre artefici del nostro destino”.